Come monitorare il tuo brand personale

Indice

A questo punto della guida hai tutte le conoscenze per iniziare a costruire il tuo brand in tutte le aree. Una di quelle aree sarà online dove avrai il tuo sito web, blog e profili social. Queste risorse ti aiuteranno a controllare il tuo marchio personale online, ma dovrai comunque monitorare il tuo brand.

In questa guida esamineremo i motivi per cui è importante monitorare il tuo brand insieme a come puoi monitorare il tuo marchio e agire se e quando si verificano varie situazioni. Esistono strumenti che puoi utilizzare, sia gratuiti che premium, che possono aiutarti a monitorare il tuo marchio in modo efficace e condivideremo quelli migliori e come puoi usarli.

Perché hai bisogno del controllo sul tuo nome

Il tuo brand personale ruota attorno al tuo nome. È necessario il controllo del proprio nome se si desidera ottenere il riconoscimento nel proprio settore. Avere quel riconoscimento può rendere più facile per le persone trovarti quando cercano le tue informazioni online.

Durante la tua carriera incontrerai opportunità tra cui persone che potrebbero assumerti per una nuova posizione. Queste persone ora usano Internet per trovare informazioni su di te. Volete che i contenuti che trovano vi rappresentino bene e siano rilevanti per la persona che volete essere come professionisti.

Avere risultati imbarazzanti, risultati con altre persone o addirittura nessun risultato può riflettere male sulla tua immagine, rendendo più difficile per qualcuno assumerti o offrirti opportunità. La tua reputazione online potrebbe non essere la differenza tra ottenere un’opportunità, ma non c’è motivo di non avere il controllo del tuo nome online oggi.

Le persone usano Internet per fare ricerche sugli altri. Non dare loro alcun motivo per non farti un’offerta per un’opportunità. Vuoi che trovino il contenuto che controlli.

Primo passo: Separare il tuo nome dagli altri che condividono il tuo nome

Controllare il tuo nome diventa più difficile quando hai un nome comune o hai un nome che corrisponde o potrebbe essere confuso con un altro marchio popolare. Se questo è il tuo caso, dovrai modificare il nome del tuo marchio in modo leggermente diverso.

Puoi anche usare un secondo nome per separarti con lo stesso nome. Potresti anche rinunciare al tuo cognome e andare solo con il tuo nome e secondo nome. Puoi anche usare la tua prima e seconda sigla e il tuo cognome per separarti.

È una sfida trovare un nome che funzioni, ma parleremo nel prossimo capitolo dell’importanza di differenziarti dagli altri nel mondo e specialmente nel tuo settore. Vuoi essere conosciuto e vuoi che le persone ti pensino quando vedono e sentono il tuo nome.

Seconda fase: aggiornamento del sito Web e dei profili social

Se cerchi i nomi delle persone che ammiri, le persone con forti marchi personali, noterai che i loro siti Web e blog personali appaiono in alto nei risultati, ma noterai anche i loro profili social.

Il motivo per cui i profili social sono molto apprezzati è che si tratta di siti Web popolari. I motori riconoscono la rilevanza dei profili dei social media ora e restituiscono tali profili nelle ricerche dei nomi perché forniscono buone informazioni per gli utenti.

Tuttavia, una grinza nei risultati di ricerca è che spesso sarà il profilo social più aggiornato della persona ad avere un punteggio elevato nella ricerca del suo nome. L’unica eccezione potrebbe essere Google+, ma spesso vedrai che il profilo Twitter sarà alto per qualcuno che utilizza Twitter.

Una chiave per controllare i risultati della tua ricerca è mantenere il tuo sito web con contenuti nuovi. Un blog è un buon modo per farlo. Puoi anche controllare il profilo social che si classifica in alto per il tuo nome mantenendo aggiornato il tuo profilo social preferito.

Come rimuovere recensioni tutt’altro che ideali

Una delle maggiori frustrazioni nella gestione del marchio online è trovare e rimuovere recensioni tutt’altro che ideali. Nessuno è perfetto e nel mondo di oggi è molto probabile che una foto, un video o un articolo poco lusinghiero possano trovare la strada per raggiungere la cima dei risultati di ricerca.

Se cerchi il tuo nome e trovi risultati che potrebbero danneggiare il tuo brand, ti consigliamo di rimuoverlo. Ecco i passaggi che puoi adottare per rimuovere tali elenchi come un modo per controllare il tuo marchio online e assicurarti che le persone vedano ciò che vuoi che vedano.

Passo uno: Contatta il proprietario dei contenuti

Supponiamo che il tuo amico abbia pubblicato una tua foto di una notte di festeggiamenti. Non è la tua foto migliore e vuoi rimuoverla. Oppure diciamo che molti anni fa hai scritto un post sul blog politico sul blog di qualcun altro che è stato davvero un rant e non ti rappresenta oggi.

Il primo passo per rimuovere questi risultati negativi è raggiungere i proprietari dei siti Web o dei profili e chiedere loro se rimuoveranno i contenuti. Spiega il motivo per cui desideri che il contenuto venga rimosso. Molte persone capiranno.

Puoi contattare via e-mail se hai l’indirizzo e-mail della persona. È possibile utilizzare i moduli di contatto per raggiungere i siti Web. Puoi anche utilizzare i social media per contattare le persone, ma usa i messaggi diretti per mantenere le conversazioni in qualche modo private.

Quando ti avvicini, non essere mai abrasivo nel tuo approccio. Non vuoi dare alla persona un motivo per mantenere i contenuti sul loro sito. Alcuni saranno difficili, ma saranno sempre cordiali e riconoscenti. Se non accettano di rimuovere il contenuto, è possibile ricorrere ad altri metodi indicati di seguito.

Evita di essere conflittuale a tutti i costi. Può portare a risultati più negativi e reazioni negative che possono riflettere peggio sul tuo personaggio rispetto al contenuto originale.

Passo due: Elimina i profili social o contatta i social network

Ovviamente se c’è un profilo social (forse un profilo MySpace) che vuoi eliminare puoi eliminarlo tu stesso. Potrebbe essere un vecchio social network o forse un account del forum in cui pubblicavi cose che sembravano divertenti cinque o dieci anni fa, ma ora sembrano solo immature e inadeguate. Se riesci ancora ad accedere, fallo ed elimina l’intero profilo e tutto il contenuto associato.

Se non riesci ad accedere, di solito puoi contattare il sito Web o il social network, spiegare la situazione e cancelleranno il contenuto. Ancora una volta, mantienilo cordiale e non abrasivo e avrai la migliore possibilità di rimuovere il contenuto.

Terza fase: Segnala menzioni negative se infrangono il codice di condotta del sito

Un elemento a tuo favore con contenuti negativi è che di solito puoi segnalare ai siti Web per rimuoverlo se il contenuto infrange il codice di condotta del sito. Se qualcuno pubblica qualcosa su di te che non è vero o che infrange le regole del sito Web, di solito c’è un modo di agire per segnalare il contenuto.

Se ciò non è disponibile, è possibile in genere inviare una richiesta di modulo di contatto o inviare un’e-mail agli amministratori del sito. Mostra loro il contenuto offensivo, menziona la regola appropriata nel loro codice e chiedi che il contenuto venga rimosso.

Spesso sui social network otterrai menzioni negative o menzioni offensive. Questi possono riflettere male sul tuo marchio. Di solito puoi lasciarli andare perché le persone possono vedere attraverso la persona che lo ha scritto, ma se sfugge di mano il social network probabilmente risponderà se segnali il contenuto.

Fase quattro: Costruire risultati positivi per seppellire risultati negativi

Infine, se le suddette linee d’azione non funzionano, puoi comunque assumere il controllo dei tuoi risultati nella ricerca e sui social media creando contenuti che sono più pertinenti e più propensi a classificarsi ed essere visti. Puoi seppellire risultati negativi con risultati positivi.

Avvia il tuo sito Web personale. Tienilo aggiornato con nuovi contenuti su un blog. Avvia i tuoi profili sui social media e mantienili aggiornati con nuovi contenuti. Queste pagine inizieranno a classificare e spingeranno verso il basso i risultati negativi soprattutto se è possibile creare autorità sulle pagine ottenendo collegamenti e condivisioni social.

Cerca anche di fare blog per gli ospiti su siti popolari. Ne abbiamo parlato prima nel capitolo ed è una buona strategia. Maggiore è l’autorità del sito Web, maggiore è la probabilità che venga classificato in alto per i risultati di ricerca relativi al tuo nome.

Strumenti che ti aiutano a monitorare il tuo marchio

I grandi marchi devono sapere cosa sta succedendo con il loro brand online. È una sfida cercare e trovare manualmente ogni menzione relativa a un grande brand online. Ecco perché esistono strumenti per aiutare questi brand a monitorare i loro marchi, prodotti e servizi.

Ma questi strumenti di monitoraggio non sono fatti solo per i grandi brand. Le persone possono utilizzare questi strumenti per monitorare le menzioni di nomi e altri elementi, comprese le attività commerciali con cui vorresti lavorare. Potresti voler monitorare le menzioni di specifici titoli di lavoro che potrebbero essere menzionati sui social media per tenere traccia delle aperture. Questi strumenti fanno tutto il lavoro per trovare le informazioni per te e ti consentono di trovare rapidamente ciò di cui hai bisogno in modo da poter agire.

Strumento numero 1: Google Alerts

Google Alerts è un servizio gratuito fornito da Google. Ovviamente, Google è uno dei migliori quando si tratta di eseguire la scansione di Internet per informazioni. Per loro, Google Alerts è un buon servizio per fornire agli utenti e fa un ottimo lavoro nel trovare nomi, frasi e parole chiave pubblicati ovunque a cui Googlebot possa accedere.

È necessario un account Google e un indirizzo Gmail per usufruire degli avvisi di Google.

Il primo avviso da configurare è quello per il tuo nome; quello che hai scelto di realizzare da solo, come abbiamo discusso in un capitolo precedente. Inserisci il tuo nome tra virgolette. Ciò garantisce che riceverai avvisi solo per il tuo nome esatto e non per i casi in cui il tuo nome appare in una posizione su una pagina e l’ultimo altrove nella stessa pagina.

Le impostazioni predefinite per la ricezione degli avvisi sono buone. Riceverai aggiornamenti una volta al giorno ovunque e in qualsiasi luogo il tuo nome sia menzionato online. Se desideri, puoi impostare gli avvisi in modo che arrivino direttamente alla tua casella di posta, il che va bene se non ottieni troppi risultati.

È quindi possibile configurare e modificare gli avvisi di Google per creare un elenco di parole e frasi che si desidera monitorare. Possono essere variazioni del tuo nome, ragione sociale, titoli di lavoro, ecc.

Vi sono limitazioni con Google Alert. Ricevi avvisi solo per le informazioni a cui Googlebot può accedere in modo che le informazioni dietro le password, come sui social network, non siano rilevabili, quindi in alcuni casi non saprai quando sarai menzionato su questi tipi di siti.

Strumento due: Radian6

Radian6 era un software di monitoraggio autonomo che è stato acquisito da Salesforce nel 2011. Il servizio consente di tenere traccia delle menzioni del proprio nome e di altre parole chiave in tutto il sito Web su milioni di siti diversi, inclusi siti come Facebook e Twitter. Tiene anche traccia di commenti sul blog, post sul forum e altro.

Con Salesforce, è possibile utilizzare Radian6 per tracciare le menzioni di nomi di marchi e trasformarli in una campagna di vendita, anche se risulta utile anche per quelli con obiettivi di brand personali.

Puoi inserire le stesse informazioni che avresti in Google Alert, tra cui il tuo nome, ragione sociale, ecc. Quindi puoi tenere traccia delle menzioni di tali parole chiave e frasi. Avrai accesso alle informazioni su una dashboard.

Quando vedi un’opportunità, potrai rispondere a un commento specifico su un blog o in un thread del forum. Puoi rispondere a un nuovo annuncio di lavoro e fare tutte le altre cose di cui abbiamo discusso in questa guida.

Strumento tre: Mention

Mention è un altro strumento di monitoraggio social. È uno strumento autonomo che funziona come Google Alert, ma mira ad andare oltre un servizio gratuito. Tuttavia, con Mention puoi ricevere il tuo primo avviso gratuitamente in modo da poter tenere traccia delle menzioni del tuo nome in tutto il Web, inclusi alcuni siti di social media senza alcun costo.

Il servizio offre anche analisi e rapporti sul numero di menzioni ricevute dagli avvisi. Questo è fantastico perché ti consente di stabilire obiettivi per il numero di volte in cui desideri che il tuo nome venga menzionato ogni mese o ogni trimestre e segui i tuoi progressi.

Uno degli obiettivi per la gestione personale del brand è aumentare la consapevolezza del tuo nome. La consapevolezza può aumentare man mano che pubblichi più post sul blog, post degli ospiti e contribuisci con commenti e post a blog e forum. Con Mention, puoi tenere traccia dell’interazione con tutti quegli elementi, incluso il numero di condivisioni che i tuoi contenuti ricevono, specialmente quando fai raffiche.

Strumento quattro: Search di Twitter

Infine, non trascurare la ricerca di Twitter. Quando hai effettuato l’accesso al tuo account Twitter, puoi utilizzare la funzione di ricerca per tenere traccia di qualsiasi nome, parola chiave o frase menzionata all’interno del social network.

Ovviamente puoi tracciare le tue menzioni sul tuo feed Notifiche, ma per tracciare semplici menzioni del tuo nome devi usare la Ricerca Twitter mentre cerchi “il tuo nome”. Tenendolo tra virgolette si ottengono risultati esatti per la query. Puoi anche cercare gli URL del tuo sito Web e del tuo blog. In questo modo puoi vedere ogni volta che qualcuno condivide una delle tue pagine o post su Twitter senza menzionare il tuo handle di Twitter.

Come non gestire la negatività

Quando crei il tuo marchio personale online, incontrerai persone negative con risposte negative ai tuoi post. L’uso di social network come Twitter, LinkedIn e Facebook ti dà una piattaforma, ma offre anche ad altre persone una piattaforma per esprimere i loro sentimenti nei tuoi confronti. Può succedere anche sul tuo sito web e sul tuo blog.

Al fine di costruire il tuo marchio personale devi metterti in gioco dando i tuoi pensieri e pubblicando contenuti. Alla gente piacerà quello che hai da dire. Troveranno valore in ciò che condividi, ma alcuni avranno cose negative da dire ed è difficile gestirlo.

La cosa peggiore che puoi fare con una persona negativa online è cercare di “correggere” i loro sentimenti su di te e sui tuoi contenuti. In genere hanno preso una decisione su di te e su quello che stai facendo, quindi ci sono poche possibilità di convincerli altrimenti. Invece, quando rispondi al loro feedback stai mettendo legna sul loro fuoco e mostrando che gli darai retta. Questo apre la porta a loro per continuare a divertirsi sul tuo account. Sono li per divertirsi dalle tue emozioni e quando rispondi, specialmente quando rispondi con grande emozione, stai dando loro esattamente quello che vogliono.

In altri casi potresti trovarti a ricevere critiche costruttive. C’è una differenza tra le persone che lanciano insulti senza motivo e le persone che forniscono critiche che sono costruttive. Questo tipo di feedback è buono online, ma se preso nel contesto sbagliato, può portare a enormi scoppi e situazioni molto pubbliche e molto imbarazzanti.

C’è un esempio con una coppia che possedeva un ristorante. Sono apparsi in un popolare programma televisivo in cui hanno ascoltato critiche costruttive. La coppia lo prese come negatività e reagì. Hanno reagito allo show e la gente ha iniziato a commentare sulla pagina Facebook della coppia. La coppia si indignò e reagì con una raffica di commenti. Ciò ha reso le persone che seguono la coppia online ancora più coinvolte e la lotta online è diventata una novità mondiale.

Questo è un ovvio esempio di un modo per non gestire la negatività. Non combattere mai contro le critiche costruttive. Puoi scegliere da solo se utilizzare il feedback o meno, ma non vuoi mai combattere contro di esso soprattutto in un forum pubblico come Facebook o un altro sito di social media. Non vuoi nemmeno contrattaccare nei commenti sul tuo blog. Ancora una volta, non vincerai mai queste lotte o convincerai l’altra persona che hanno torto e che hai ragione.

Come gestire la negatività

Forse il modo migliore per gestire la negatività è ignorarlo. La negatività di solito viene dalla minoranza vocale del pubblico che ti segue. Ci sono semplicemente alcune persone al mondo che traggono piacere dal far star male gli altri. La cosa importante da ricordare è che queste persone non sono quelle nel tuo pubblico di destinazione. Non stai creando contenuti per loro. Non stai cercando di ottenere qualcosa da loro o di stabilire relazioni con loro.

Ignora la negatività e concentrati sulle persone che contano davvero. Quando puoi lasciar andare le persone negative, puoi concentrarti su ciò che conta, incluso il feedback costruttivo, che verrà dalle persone a cui tieni.

L’approccio silenzioso di solito funziona meglio quando si tratta di negatività sui social media. Esistono molti rischi nel rispondere, ma se sei sincero e onesto mentre mostri moderazione, di solito avrai fortuna se interagisci con un’interazione negativa online.

Dai un’occhiata alla nostra Guida pratica per creare un brand personale!

Per qualsiasi altra domanda potrete contattarci cliccando qui.

Chi ha scritto questo articolo?

Francesco Borino
CO-FONDATORE E AMMINISTRATORE DELEGATO DI OLTRE CONSULENZA

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin
Condividi su email

Aiutaci a diffondere i nostri contenuti: fai clic su uno dei pulsanti sopra per scegliere in quale piattaforma condividere questo articolo, grazie!

Business senza limiti!

Ciao! Siamo Oltre. Aiutiamo gli imprenditori come te ad accelerare il loro flusso di lavoro ed aumentare i loro profitti.

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.